mercoledì 28 novembre 2012

Porta candele




Oggi realizziamo un portacandela utilizzando i barattolini dello yogurt.
Cosa serve:
- Barattolino dello yogurt;
- Carta stagnola;
- Colla vinilica;
- Sassolini o sabbia per riempire;
- Panno lenci;
- Colla a caldo;
- Filo di lana o nastrino;
- Muschio (facoltativo);
- Candela.
Come si fa:
Innanzi tutto andiamo a spennellare la superficie esterna del barattolino con colla vinilica. Ricopriamo quindi l'intero barattolino con carta stagnola premendo con le dita per farla aderire e per togliere un po' di grinze. Ripieghiamo la carta in eccesso verso l'interno del barattolo.
Con il panno lenci o feltro, ritagliamo una sagoma natalizia, io ho fatto un'alberello ma van bene una stellina un babbo natale stilizzato. Andiamo ad incollarla sul barattolo. All'interno posizioniamo la candela e versiamo sassolini o sabbia per tenerla ferma e dare peso al barattolino. Ora rifiniamo con del muschio e un nastrino.
Questa è una decorazione facile che si può realizzare anche per altre festività ma con colori e materiali diversi.

sabato 24 novembre 2012

Ghirlanda eco-chic!


Ghirlanda eco-chic!
 

Per questa ghirlanda Natalizia, il progetto iniziale comprendeva pasta di grano duro tipo farfalle. Avendole finite e ormai preparato tutta l'attrezzatura e quindi caricato col turbo Nicola ho pensato di usare un mix di paste piccole . . . ma erano davvero piccole. Così avendo una scorta industriale di perline di conteria di vari colori e forme ho pensato che poteva venir carina ed elegante se aggiungevamo quelle. Abbiamo provato e il risultato è davvero scintillante.

Cosa serve:
- Cartone liscio;
- Forbici e cutter;
- Colla vinilica;
- Pennello per dipingere;
- Tempere di vari colori;
- Pasta tipo ditalini e stelline;
- Perline di conteria di vari colori e misure;
- Brillantini di vari colori;
- Nastro colorato;
- Colla a caldo;
- Carta da forno (serve per recuperare perline e brillantini).



Come si fa:

Innanzi tutto ritagliamo i nostri cartoncini in sagome a forma di anelli. Noi abbiamo fatto due misure e i dischi centrali non li abbiamo buttati ma faremo delle semplici sfere. Ora andiamo a spennellare la superficie di abbondante colla vinilica e spargiamoci sopra un po' di pastina.



Fatto questo dobbiamo aspettare che la colla si asciughi. Dopodichè andiamo a colorare pasta e cartoncini con i colori scelti.

Noi abbiamo utilizzato rosso, verde, argento e blu.
Una volta asciutto anche il colore andiamo a spennellare nuovamente uno strato di colla vinilica su tutta la superfice.
Ora possiamo spargervi sopra le perline colorate. Io avevo le classiche conterie e quelle a bacchettina.


Ad un certo punto avevo un tavolo bello colorato!

Ed ecco la versione verde . . .
Dopo aver passato le perline tocca ai brillantini. Ne bastano pochi, solo per dare quel tocco in più di luce. Lasciamo asciugare molto bene il tutto. Sul retro se volete potete colorare la superfice con la tempera. Prendiamo ora il nastro e creiamo un fiocchetto con laccino da attaccare con la colla a caldo sul retro . . .
. . . Ed ecco il risultato!
      La rossa grande . . .
. . . .la verde . . .
. . . quella argento . . .
. . . e quella blu, subito partita a casa dei nonni! . . .

Io le trovo davvero carine, poi va beh sono di parte!


lunedì 19 novembre 2012

Albero di Natale . . . con i tappi!

Curiosando qua e la in internet, ho trovato una decorazione facile facile da far realizzare ai bambini.
Un modo semplice e veloce per trasformare un mucchietto di tappi in un brilluccicoso alberello di Natale.
Cosa serve:
- Tappi di bottiglie rossi;
- Un pezzetto di nastro o cordino;
- Brillantini;
- Pennello per dipingere;
- Colla vinilica;
- Colla a caldo.
Come si fa:
Innanzitutto andiamo ad attaccare con la colla a caldo i tappi fra di loro. Io ne ho utilizzati 7 per fare un alberello piccolo. Poi attacchiamo la fettuccia sul retro. Ed ecco l'alberello montato! ora decoriamolo . . .
Con il pennello, mettiamo una piccola quantità di colla vinilica al centro dei tappi. Meglio un tappo alla volta se volete utilizzare più colori, per non mescolarli troppo fra loro.
Mettiamo su i nostri brillantini . . .
. . . e l'alberello è pronto. Il tappo che serve da "vaso" non l'ho brillantinato perchè mi piaceva così, ma a voi la scelta. Magari potete utilizzare un tappo di altro colore, sarà sicuramente bellissimo!
Ora non resta che appenderlo!


sabato 17 novembre 2012

Santa Lucia!

 
  
 
 
 Per i nostri bambini è ormai tempo di scrivere la letterina a Santa Lucia.
Una bellissima ricorrenza per loro ma anche per noi grandi che abbiamo l'importante compito di andare a parlare con Santa Lucia e dirgli quanto sono stati bravi i nostri "monellini".
In internet ho trovato un riassuntino facile da raccontare proprio ai bambini. Una versione un po' addolcita della dura vita che attraversò la nobile Lucia.
 
La storia di Santa Lucia.
(tratta dal sito: Meraviglioso Natale)
 
"Il 13 dicembre, con la festa di Santa Lucia si apre ufficialmente il periodo natalizio..Santa Lucia, originaria di Siracusa e vissuta tra 283-304 è ricordata per il martirio sotto Diocleziano. Secondo la tradizione fu accecata e proprio per questo è considerata e festeggiata come la santa della luce. Si racconta che Lucia fosse una bella fanciulla siciliana, figlia di un ricco nobile di Siracusa e tutti la conoscevano per la sua dolcezza ed amorevolezza...
A quel tempo in Sicilia imperversava il paganesimo e Lucia mostrando un certo interesse per il Vangelo, decise di convertirsi al cristianesimo. I suoi genitori avevano deciso di farla sposare, ma Lucia non ne volle sapere per ben due motivi; il futuro sposo non era cristiano e perché lei aveva deciso di dedicare la sua vita al Signore. Questa decisione, però non venne rispettata dai famigliari della ragazza ed iniziò per lei una vera e propria persecuzione, con l'intento di farle cambiare idea Quando fu certo che Lucia per nessun motivo non si piegava al volere altrui, né rinnegava la propria fede, le vennero strappati gli occhi ed infine fu uccisa. Da allora Santa Lucia fu considerata la protettrice degli occhi e della vista.

In alcune regioni italiane come il Trentino, il Friuli, la Lombardia, l'Emilia e il Veneto, durante la notte di Santa Lucia (la notte tra il 12 e il 13 dicembre) la tradizione vuole che la Santa porti i doni e le caramelle ai bambini buoni. I bambini le scrivono una letterina chiedendole regali e dolciumi e la notte vanno a letto presta, non dimenticando di preparare del cibo e delle carote per attirare Lucia e il suo asinello...I bambini devono andare a letto presto,ovviamente... perchè se la santa viene e li trova svegli potrebbe arrabbiarsi e non lasciar nulla per loro. In Svezia e Danimarca, invece, la tradizione vuole che la mattina del 13 dicembre, la figlia primogenita indossi una tunica bianca e una sciarpa rossa in vita, con il capo coronato da un intreccio di rami e sette candeline,si svegli alle 4 del mattino e porti caffè, latte e dolci ai familiari ancora a letto, accompagnata dalle sorelline più piccole vestite con tunica e cintura bianche. I ragazzi invece mettono grandi cappelli di carta e portino lunghi bastoni con stelline.
Le ragazze, invece, ornano i capelli con lustrini e portano una corona di sette candele, così vestite accompagnano una "vergine saggia" e passano di casa in casa, cantando canzoni della tradizione natalizia . . . "



Biglietto d'auguri!

 Oggi creiamo un semplice biglietto d'auguri di Natale. Con pochi materiali di recupero e tanto divertimento!
Cosa serve:
- Cartoncino bianco (o colorato)
- Nastro biadesivo;
- Forbici;
- Paillettes;
- Panno lenci o tessuto che preferite;
- Stelline adesive;
- Pennello per dipingere e colla vinilica(facoltativi);
-Pennarelli per rifinire.
Come si fa;

Piegate a metà il foglio. Ritagliate i tessuti a forma di alberelli di varie altezze e misure.

Tagliate tanti pezzettini di nastro biadesivo e attaccatelo su un lato degli alberelli. Ora con tanta pazienza dovrete togliere i pezzettini di carta protettiva e a quel punto incollare l'alberello sulla facciata anteriore del biglietto.

Se preferite potete utilizzare colla vinilica, fate solo attenzione al tipo di tessuto perchè la colla potrebbe macchiarlo o trapassarla. Ora sempre con nastro biadesivo o colla vinilica, attacchiamo stelline e paillettes.


Nicola ha preferito di gran lunga le stelline!. Ora tocca a noi. Con un pennarello, disegnamo una cornice al nostro bigliettino e una scritta di buon augurio.



Facile, veloce ed economico. Noi abbiamo utilizzato questi colori ma si possono usare cartoncini, stoffe e applicazioni di ogni materiale e colore . . . a voi la scelta!




















Biscotti!


Biscotti semplici.



Ingredienti:
- Farina bianca: 300gr;
- Burro: 150gr;
- Zucchero: 150;
- Uova: 2;
- Lievito per dolci: 5gr;
- Zucchero a velo q.b;
- Colorante per alimentari q.b.;
- Acqua calda: q.b.

Preparazione:
In una terrina sbattete le uova con lo zucchero (non serve montarle). Unitevi la farina setacciata, lo zucchero, il lievito per dolci e il burro a temperatura ambiente.
Mescolate bene gli ingrediente. Dovrete impastare con le mani per incorporare bene il tutto.
Una volta creato un impasto liscio e omogeneo, create un panetto che dovrete avvolgere con pellicola trasparente e porla in freezer per 15 minuti.
Prima di estrarre il panetto, accendete il forno a 180 gradi e preparatevi con gli stampini.
Togliete la pellicola dal panetto e col mattarello stendetela ad un'altezza di circa 1/2 cm.
Ora con gli stampini create tante allegre formine e poneteli sulla placca da forno coperta dalla carta. Teneteli distanziati di 2 o 3 cm per evitare che cuocendo si attacchino tra loro.
Infornate per 10 o 15 minuti. Devono risultare dorati. Toglieteli dal forno e abbassate la temperatura a 100 gradi.
Preparate la glassa con zucchero a velo, colorante e acqua calda, poca! versate su ogni biscotto la glassa con un cucchiaino o un pennello per alimenti.
Infornate per un paio di minuti.
Sfornateli e lasciate raffreddare finche la glassa non si sarà indurita. Attenzione, troppo tempo in forno la fa si solidificare ma anche cristallizzare e il risultato dopo sarebbe zucchero che si rompe solo a guardarlo!

Sopra la glassa naturalmente se volete potete aggiungere granelle di zucchero, codette colorate, al cioccolato o semplicemente zucchero a velo. Buon divertimento e Buon appetito!

lunedì 5 novembre 2012

Centro tavola natalizio

 
CENTRO TAVOLA NATALIZIO.
 
Alberelli di Natale creati reciclando bottiglie dell'acqua.
 
Cosa serve:
- bottiglie di plastica dell'acqua da un litro
(possibilmente verdi o saran da colorare internamente);
- colla vinilica;
- forbici;
- un piattino di plastica;
. pennelli per dipingere;
- brillantini;
- paillettes di vari colori e forme;
- un piatto rotondo tipo sottotorta o un cartoncino spesso;
- carta di alluminio da cucina;
- una candelina;
- ovatta (facoltativo);
- grembiulino, tovaglia cerata di protezione, carta da cucina.
 
 
Come si fa:
 
Innanzi tutto andiamo a ritagliare la parte alta delle bottiglie, facendo in modo che stiano in piedi belle dritte.
 
 
 Versiamo un po' di colla vinilica nel piattino e col pennello "sporchiamo" i bordi inferiori delle bottiglie.
 
 
Ora con l'aiuto di un cucchiaino andiamo a mettere i brillantini sulla striscia di colla che abbiamo creato. Lasciamo asciugare bene tenendo la bottiglia appoggiata verso il tappo.
 

 
Quando il bordino sarà abbastanza asciutto (ai bambini non interessa aspettare quindi sfruttate un calorifero) con il pennello create dei puntini sparsi qua e la di colla sulla bottiglia, dove andrete a mettervi le paillettes.
 


 
Ora dovrete sporcare per benino anche i tappi con la colla e coprirli di brillantini e lasciate asciugare. Prendete un fondo per torte rotondo o tagliate un cartoncino un po' spesso e ricopritelo di carta stagnola. Con la colla vinilita fissate delle montagnette di carta stagnola accartocciata. Tra queste mettete fissando con la colla, i nostri alberelli di bottiglie e al centro di tutto una candelina.
Problema ovatta. Esteticamente è più bella perchè da un effetto neve, ma se avete un bimbo che soffia candele con la potenza di un phon come Nicola, meglio evitare . . . scatta l'incendio!. In questo caso opterei per un bel giro di mini lucine al led di quelle a batteria che si trovano ormai ovunque non solo da Ikea! Fanno più "scena" e sono un bel po' più sicure!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...