lunedì 28 gennaio 2013

Il casco da robottino!


Tra poco è carnevale. Non so se Nicola vorrà mascherarsi, ma intanto facciamo prove tecniche di costume. Naturalmente realizzando le maschere da soli e sopratutto riciclando che è molto importante.
In casa avevamo ancora un pandoro e dopo averlo mangiato ho pensato di tenere la confezione, magari potevamo farci qualche gioco. Così l'idea di realizzare il casco del robottino. Facile e veloce.

Cosa serve:
Scatola di pandoro o panettone;
Colla stick:
Scotch trasparente:
Carta stagnola;
Pennarello indelebile;
Forbici.

Come si fa:
Facilissimo. Innanzitutto dovete fare la fessura all'altezza esatta degli occhi del bambino.
Ora passate sui lati esterni della scatola la colla. Un lato per volta e rivestite con la stagnola. Arrotolate all'interno la carta in esubero fissandola con lo scotch. Ora libera fantasia! decorate disegnando bulloni, targhette con numeri e quant'altro. Noi abbiamo messo anche un'antennina creata con la stagnola. Il prossimo post lo dedicheremo alle femminucce . . . anche se in casa abbiamo due maschietti!

sabato 26 gennaio 2013

Il disegno segreto

Oggi tecnica di pittura.
Navigando in internet, sopratutto in Pinterest ho riscoperto tanti modi diversi di colorare. Li ripropongo con piacere al mio bimbo e anche a voi.
La tecnica di oggi è semplicissima ma di grande effetto per un bambino.

Cosa serve:
- fogli da disegno bianchi
- pastello a cera bianco
- pennelli da dipingere
- acquarelli
Con il pastello a cera realizziamo un qualsiasi disegno. Che sia un frutto, un paesaggio, un'animale. Non ha importanza. L'effetto sarà comunque bello.
Ora diamo il foglio, apparentemente tutto bianco, al bambino. Bicchierino di acqua, pennello, colori e lasciamogli dipingere il foglio a piacere. Io ho scelto di fargli utilizzare un colore per foglio. ma qualsiasi "macchia" variopinta sarà bellissima. E come per magia, dal loro dipingere comparirà il disegno segreto. 
Nicola si è divertito molto a scoprire l'immagine nascosta. Provate anche voi!





lunedì 14 gennaio 2013

Tovaglietta americana



A Natale con Nicola abbiamo realizzato un regalo originale, utile e tutto fatto a mano.
Una tovaglietta per la colazione. Bella da regalare a qualsiasi ricorrenza Come realizzarla è davvero semplice e se avete la macchina da cucire ancora di più.

Cosa serve:
- Tessuto bianco;
- Colori per stoffa o acrilici;
- Pennelli per dipingere;
- Tovaglia in plastica trasparente;
- Nastro colorato per bordino;
- Filo per cucire.

Come si fa:
Innanzitutto tagliamo il rettangolo di tessuto di 40 cm x 30 cm e stiriamolo se è tutto pieghettato, così il bambino non farà fatica a disegnare.
Ora prepariamo i colori. Se il bambino è piccolo come il mio e realizza solo schizzi prepariamo colori vivaci ma da proporgli uno alla volta o verrà fuori un disegno cupo con tonalità sul marrone (mescolerebbe tutti i colori). Se il bambino è grandicello allora riuscirà a realizzare un soggetto.
Iniziamo a schizzare! libero sfogo alla fantasia.
Una volta completata l'opera lo lasciamo asciugare bene e poi lo stiriamo fronte e retro per fissare i colori. Ricordiamoci di riparare il disegno prima, con un foglio di carta da forno.
Ora ritagliamo la tovaglia di plastica. La tovaglia utilizzata è quella che si trova a metro al brico.  Formiamo due rettangoli di una misura poco più grande del tessuto. 
2 o 3 millimetri nulla di più. Fatta questa operazione mettiamo il disegno fra i due fogli di plastica e procediamo col cucire il bordino che avremo scelto del colore abbinato al disegno.
Ed ecco fatta la nostra tovaglietta americana. Possiamo abbinarla come abbiamo fatto noi ad un set di posate coloratissimo o un porta tovaglioli realizzato con la stessa tecnica della tovaglietta. Oppure per chi avesse colori per ceramica realizzare anche la tazza con piattino.

Utilizzando la tovaglia d plastica il disegno è protetto ma se dovesse "scappare" in lavatrice non ci sarà pericolo per il disegno, avendo scelto colori per tessuto.

lunedì 7 gennaio 2013

Tortino di patate, prosciutto e Asiago

TORTINO DI PATATE, PROSCIUTTO E ASIAGO.


Ieri sera nel tentativo di far mangiare a Nicola qualcosa di diverso ho fatto il tortino di patate.
Una versione simile a quella che faccio al nido ma con la differenza che ho aggiunto prosciutto cotto. Fa niente che Nicola non se l'è filato e ha optato per la carne cucinata dal papà. E va beh!
Ingredienti:
- 500gr di patate a pasta gialla;
- 2 uova;
- pangrattato q.b;
- formaggio tipo Asiago 100gr,
- prosciutto cotto a fette: 100gr;
- Sale q.b.
Preparazione:
Pelate, tagliate a pezzetti e cuocete a vapore le patate. Scaldate il forno. In una ciotola schiacciate le patate con lo schiacciapatate, unitevi le uova intere e mescolate bene. Aggiungete il pangrattato. Non deve risultare troppo asciutto o cuocendolo resterà stopposo, quindi nella quantità regolatevi in base alle vostre patate (se le cuocete facendole bollire saran più umide). Deve risultare morbido. Aggiungete sale, prosciutto spezzettato grossolanamente e Asiago a dadini o macinato.
In uno stampo per torte a cerniera mettete la carta da forno e versatevi il composto, disponendolo bene con l'aiuto di un cucchiaio. Infornate a 200° per 20 minuti circa. Servite il tortino ben caldo.
In alternativa all'Asiago potete usare scamorza dolce o semplicemente parmigiano grattuggiato.

Per gli adulti e quindi per un gusto più saporito, vi consiglio di provare la versione speck e sottilette di "Nonna Papera". . . "Lo sformato di patate"

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...